Oggi vorrei parlarvi di un mondo… un mondo che sta dietro ai nostri comportamenti d’acquisto e a quello che acquistiamo quando andiamo a far shopping.

Vi siete mai chiesti cosa si cela dietro i capi che andiamo ad acquistare presso i grandi negozi delle multinazionali?

Dopo aver letto degli articoli di diversi blogger su WordPress mi è venuto il pensiero di parlare anche a me di questo processo produttivo, che diciamo la verità, ormai ci sta inglobando tutti.

Interessante, è il docu-film https://truecostmovie.com. Il film parla del dietro le quinte della moda fast, di quelle collezioni “veloci” che possiamo trovare ogni due settimane, se non anche prima, nei negozi delle grandi marche multinazionali.

Molto spesso le mie amiche sostengono di trovare capi utili, belli e comodi, per tutte le tasche ed eventi. Sicuramente questo è vero e ammetto che anche a me capita di comprare qualcosa in questi grandi negozi. Ma diciamo la verità, quello che andiamo a comparare ci serve per forza? Sappiamo quello che andiamo a comprare? E sopratutto compriamo capi di qualità.

Un consiglio che do alle mie amiche o a chi mi segue, è quello di guardare l’etichetta dei capi, o per chi è un po più esperto e ha tatto, toccare il materiale, verificando così se si tratta di materiali sintetici oppure no.

E’ importante questa logica, perché acquistare un capo di buona qualità sarà sempre e comunque un investimento che durerà nel tempo e adottando una logica non più “fast” ma di “qualità” avremo un armadio con pochi elementi ma buoni.

Come dicono nel loro blog https://croquemadame2016.wordpress.com o https://bambooandgreen.com un modo per migliorare il nostro stile di vita e di acquisto in modo più sostenibile è anche partendo dal proprio armadio, eliminando il superfluo per adottare abbigliamento più minimale, ma anche riutilizzando capi, riadattandoli e modificandoli (Vi ricordo sempre la sezione del mio blog Tutorial, dove potrete trovare spunti e idee per modificare i vostri capi).

Vi lascio il video del mio discorso/lezione postato anche su instagram. Non prendete le mie parole come una critica, la mia vuol esser solo una riflessione. Inoltre, vi ricordo anche l’app e l’ashtag #30wearschalleng https://30wears.app. Un app e una proposta challeng per mettersi in discussione in modo divertente sul modo e la quantità di volte di indossare un capo almeno per 30 volte.

Grazie per avermi seguito e letto

come sempre… L’Atelier di Lisa Il bello del fatto a mano.

Fashion

Depop

Ciao a tutti amici del mio piccolo Blog, oggi vorrei parlarvi di Depop.

Sito e App disponibile sia per Android sia per Apple. E’ un’applicazione che permette di vendere abiti usati, vintage e second hand.

Mi sono iscritta diversi anni fa e dopo un po di tempo ho iniziato a vendere i miei abiti, anche abiti da collezione e vintage.

La reputo un app molto utile per far un po di profitto sui propri pezzi. Ovviamente come ogni cosa, è necessario dedicare del tempo alla vendita, alle recensioni e al possibile cliente.

L’applicazione è abbastanza intuitiva da usare. Inserisci delle buone foto del tuo articolo, scrivi una recensione ben fatta, magari dettagliata e con le misure dell’articolo e il gioco è fatto!

Una volta postato il prodotto, questo sarà disponibile nel tuo shop virtuale e sarà visto da tutti i tuoi follower.

Come per tutti i social, incrementare i propri follower richiede tempo e pazienza ed è naturale che più follower ti seguono più visualizzazioni avrai e di conseguenza anche più vendite 😉

Il mio Depop _ @lisaura

Standard
Tutorial

Corso di cucito!

Molto spesso sento amici o parenti che hanno l’ennesimo problema: ” e adesso dove trovo una sarta?”

Sicuramente cucire è un mestiere che richiede pazienza e tempo, ma con pochi piccoli trucchi, una macchina da cucire e un po di praticità si impara ancha a cucire.

Se anche tu hai sempre voluto provare a creare una gonna o un top, se anche tu hai sempre voluto provare a sistemare quell’orlo dei pantaloni, questo è il posto giusto.

Organizzo gruppi di max 4 persone, per percorsi/ corsi personalizzati a tema d’interesse.

Insieme impareremo le basi del cucito: come usare la propria macchina da cucire, come tenere l’ago in mano e come imbastire un orlo.

Inoltre, ti insegnerò anche gli elementi base della modellistica:

  • base gonna
  • base corpino
  • Top e camicie
  • Pantalone

I corsi vengono svolti a tema, in modo tale che in base al proprio livello di conoscenze e esperienze si possono iniziare, o ripassare, solo alcuni temi di interesse.

Se sei interessato o hai domande, compila il form che trovi in questa pagina. Verrai ricontattato il prima possibile.

Grazie

L’Atelier di Lisa

Standard
Fashion

E se facessimo il cambio armadio?

Ci siamo ragazze! Inizio questo primo post per presentarvi la mia nuova proposta!

Arriva sempre il fatidico momento del “Cambio Armadio!” e tutte “aaaahhh… come farò?” “Che stress passare la domenica pomeriggio davanti l’armadio!”

Diverse amiche, conoscenti e altre persone ogni volta che mi sentono parlare o dar consigli su come vestirsi, abbinamenti e nuove tendenze moda mi dicono: ” Lisa ma perché non vieni a vedere il mio armadio?”

Beh la proposta è stata lanciata e accettata. Da oggi potrete approfittare di una mia consulenza presso casa vostra per osservare, svuotare e modificare insieme il vostro armadio.

In un pomeriggio vi aiuterò e vi darò qualche dritta su come riorganizzare e sistemare il vostro armadio. Vedremo insieme abiti da riutilizzare e come abbinarli, elimineremo dall’armadio tutto ciò che non è più di tendenza o comunque gli daremo nuove chance vendendoli in appositi siti o donandoli.

Contattami e prendi appuntamento scrivendomi nell’apposito modulo di contatto.

L’atelier di Lisa

Standard
Video tutorial come creare un top da un top.

Ciao Amici del mio Blog.

In questo nuovo tutorial vi spiego come ricreare il modello di una camicia/top estiva, senza maniche a partire da una camicia già cucita.

Se a casa hai un indumento che ti piace e vorresti realizzarlo uguale o simile segui questi semplici passaggi:

  1. Stendi l’indumento e prendi della carta velina
  2. Ripassa la carta velina con l’indumento come riferimento nei punti del giro manica, collo e fianchi, stando attenti a segnare bene eventuali punti di cucitura importanti (ad esempio quando si incontrano dietro e davanti nel giro manica)

Una volta ripassato l’indumento avrete il modellino disegnato!

E il gioco è fatto!

Nel video postato potrete vedere anche il proseguire del mio lavoro. Ho usato un cotone ricamato con dei bellissimi dettagli a fiore.

La camicia è molto semplice, con un taglio dritto senza pence. Chiusa nel dietro e non nel davanti con bottoni. Le asole le ho fatte realizzare a mano da una mia cara amica.

Spero l’articolo e il video tutorial vi sia piaciuto. Se realizzate qualcosa di simile fatemi sapere.

Un abbraccio

L’Atelier di Lisa – Il bello del fatto a mano

Momenti del corso_private Credits

Finalmente è iniziato il corso di cucito!

Sono veramente soddisfatta! Il corso prevede i principali step del cucito e della modellistica.

Nella prima fase iniziale le mie allieve si sono cimentate con ago e filo da imbastire, hanno capito come tenere ago e ditale. Hanno fatto delle prove su dei pezzi di stoffa cercando di mantenere una linea dritta e precisa. Successivamente ho insegnato a loro come realizzare un modello base della gonna per poi andarlo a posizionare su stoffa (potete vedere la fase di spiegazione nel video introduttivo).

I prossimi step prevedono l’insegnamento dei diversi punti a mano, come il sotto punto o il punto gambero, ma anche imparare a cucire una cerniera o fare un orlo a un proprio pantalone.

Vi ricordo che per maggiori info o richieste di iscrizioni, potete compilare il seguente form o contattarmi tramite i contatti di questo sito o la mia pagina Instagram

https://www.instagram.com/lisaura_l/

Travel

Milano in estate

Finalmente dopo gli ultimi mesi passati in casa con restrizioni e lockdown ho ripreso un treno.

Quest’anno non ci saranno destinazioni oltreoceano. Quest’anno riscopriremo l’amata Italia … con mascherina 😉

E inizia qui un breve tour nella popolare Milano!

Si, Milano.

Strano, penserete, visitare questa città in estate. Ma è proprio in questo periodo che Milano si svuota lasciandosi guardare con occhi curiosi e meravigliati, le bellezze culturali che ospita. La Pinacoteca di Brera, o il Cenacolo Di Leonardo Da Vinci, tutti luoghi e posti che in estate sono meno frequentati e sopratutto dopo il #Lockdown, spogli di turisti e curiosi. E allora perché non approfittare. In questo mio primo articolo vi ho già citato due dei luoghi in programma per questa settimana.

Per iniziare ho deciso di visitare Il cimitero monumentale. Il cimitero è una vera e propria piazza monumentale. Ho visitato altri cimiteri in passato, come il Perè-Lachaise di Parigi e devo dire che questo di Milano ha la sua importanza e bellezza. All’ingresso si trovano grandi sculture che accolgono il visitatore scrutandolo da alte balconate. Al centro una grande piazza circolare con un primo monumento ai caduti. E poi.. e poi tombe, sculture, tempi, sentieri e altro a volontà! Ciò che mi ha incuriosito e lasciata più sorpresa sono le statue. Ho sempre avuto una passione per le statue dei cimiteri e delle tombe. Grandi angeli, scolpiti come se fossero reali sopra la tomba del defunto, madonne con bambino realizzati a mosaico e ancora tante opere (perché è così che le considero) che arricchiscono e riempiono il cimitero.

Cimitero monumentale Milano ©️lisaura

Successivamente ho fatto un piccolo break al QQ tea taiwan bubble grazie ai consigli dell’utilissimo sito “conosco un posto”.

Per finire, in attesa della mia amica mi sono rilassata osservando dall’alto city life a Fondazione Feltrinelli.

Fondazione Feltrinelli

L’Atelier di Lisa, Il bello del fatto a mano

Standard
Travel

Nuova estate, nuova vacanza!

Quest’anno nuova avventura, però tutta italiana… anzi isolana!

Non sono mai stata in questa isola e intravederla per la prima volta dall’aereo è stato molto bello.

Stiamo parlando della Sardegna! Magico luogo, dalla terra brulla e il mare cristallino.

La prima impressione è di un paese semplice, popolo gentile e disponibile.

Case e palazzi semplici. Un vivere, semplice. E poi… ovviamente un mare splendente!

Siamo ancora al primo giorno di questa avventura, iniziando il nostro soggiorno ad Alghero. Appena arrivata prima tappa in spiaggia e tuffo in acqua!

Con il calar del sole, un fresco e dolce aperitivo lungo il mare, cena con una focaccia tipica del luogo e poi giretto in paese circondato da mura storiche.

Panoramica di Alghero

Una rivelazione è stato il gelato artigianale assaggiato in una gelateria nascosta nelle profonde mura di una casa chiamata Igloo! Non mangiavo un gelato così genuino e buono da quando ero piccola!.

Private credits_ mare Alghero

L’Atelier di Lisa

Standard
My job & DIY, Tutorial

Top e camicette

Ciao a tutti!

Tra i nuovi progetti di questa stagione mi piacerebbe proporvi dei top! In questo articolo vedrete un top con una stoffa in cotone nera ricamata. E’ un tipo di stoffa che si abbina bene con tutto: pantaloni, gonne, o camicie.

Nel caso specifico ho deciso di realizzare una camicia copri spalle. La chiamo così perchè ho pensato a quei vestiti smanicati o a quei top con spalline sottili che a volte necessitano di un capo da abbinare in particolari situazioni, ad esempio quando si ha una cerimonia oppure semplicemente per coprirsi le spalle nelle serate estive più fresche.

Stoffa e cartamodello

La novità in questo articolo riguarda anche il modello. Infatti, ho scelto di utilizzare un modello già pronto, allegato al giornale “Burda”.

Ammetto che mi capita di guardare e sfogliare queste riviste, sopratutto per prendere spunto o imparare anche qualche nuova tecnica di cucito.

Incuriosita da questo modellino molto semplice, ho deciso di provare a realizzarlo con questa stoffa che era da tempo nel cassetto.

cartamodello

Come vedrete nelle immagini il modello è molto semplice, non ha riprese al seno, il corpino davanti e dietro è basico.

La baschina è stata realizzata tagliando un pezzo di tessuto in verticale della lunghezza di circa 120 cm alto 12 cm e poi ripassato in taglia e cuci pronto per l’orlo.

L’aspetto interessante nell’utilizzo di modelli già pronti, è che si possono comprendere e conoscere meglio alcune tecniche o particolarità, ma allo stesso tempo è la velocità nello sviluppo del capo.

Top in macramè con baschina finale

Come saprete, nasco come modellista e realizzo prima del capo anche il modello su misura. Ma in casi eccezionali ammetto che aiuta avere dei modelli pronti (Piccoli segreti da sarta ;).

Come sempre una volta realizzato (in questo caso ricalcato) e tagliato il modello, ho passato dei punti lenti intorno al modello appoggiato alla stoffa e poi cucito insieme le parti seguendo i riferimenti.

Ah dimenticavo! Un altro dettaglio importante e per me nuovo, sono i bottoni! Per la prima volta mi sono cimentata nella chiusura con filo elastico, che chiude il bottone in un cappio. Seguendo il consiglio anche della mia merceria di fiducia ho preferito usare il filo elastico per la lunghezza di tutto il corpino e non creare, come a volte capita, i cappi singoli. In questo modo l’abbottonatura risulta più stabile e sicura.

Protipo modello

Le immagini che vedrete sono parziali, intendo sicuramente realizzare delle foto più carine e che mettano in risalto i dettagli.

Fatemi sapere se vi piace? 

E come sempre seguitemi su Instagram @lisaura_l.

Troverete molte più immagini aggiornate dei miei lavori e di lifestyle.

L’Atelier di Lisa

Il Bello del fatto a mano

Standard
Fashion

Un Blog stagionale…

2343219

Riflettevo questi giorni sull’attività del mio blog, osservando che scrivo e pubblico articoli sopratutto nel periodo estivo.

Questo mi ha portato a pensare, e a proporre, un’attività stagionale: come accade ai bagnini e agli hotel, che lavorano sei mesi l’anno.

Chi mi conosce sa che, questo diario virtuale, è per me una vetrina per far scoprire al mondo il mio hobby e la mia passione per il cucito e il fatto a mano, ma durante il resto dell’anno mi dedico a quello che è il mio vero e attuale lavoro e cioè insegnare Arte e Immagine. Ecco perchè mi sentite o vedete a tratti, all’incirca ogni sei mesi.

Continuando a riflettere sulla cosa, giustifico le mie assenze invernali proponendovi appunto, un’attività estiva, con video, post e foto delle mie creazioni e dei miei viaggi (che in estate sono sempre di più) da Maggio a Settembre, mesi creativi, pieni di sole e caldo e dove spero di poter continuare a vedere tanti luoghi e posti nuovi.

Come vi pare come idea?

L’Atelier di Lisa

 

Standard